La torta di carote è un dolce molto soffice, semplice e assai delicato. La sua origine probabilmente è americana, sicuramente una variante al carrot pudding di cui abbiamo ricette a partire dal 1600. Molly O’Neill scrive nel suo New York Cookbook che George Washington assaporò una torta di carote, per accompagnare il suo tè, a Manhattan nel novembre del 1783.

Qui una ricetta per realizzare la vostra  torta alle carote; certamente non sarà quella mangiata dal presidente George Washington, ma vi assicuro altrettanto gustosa e originale.

Torta alle carote glassata al cioccolato fondente

  • 125 g di tuorli
  • 50 g di miele ai fiori di acacia
  • 300 g di albumi
  • 250 g di mandorle
  • 50g di mandorle amare
  • 150g di zucchero
  • 50 g di mandorle a filetti
  • 200 g di carote
  • 100 g di farina 00
  • 40g di frumina
  • Una bustina di lievito
  • Buccia di arancia
  • Burro per lo stampo

Per la finitura: 200 g di cioccolato fondente

La ricetta

Mondate le carote e riducetele in una  julienne molto fine. Riducete le mandorle in polvere e miscelate assieme alla farina, alla frumina e lievito.

Montate i tuorli con il miele e 50 g. di zucchero e a parte gli albumi con il restante zucchero.

Amalgamate delicatamente dal basso verso l’alto i tuorli e gli albumi montati e successivamente unite le farine già mescolate, una grattatina di buccia d’arancia, le carote e infine le mandorle a filetti.

Versate il composto in uno stampo imburrato ed infarinato; a questo punto infornate a 180° e cuocete per circa 25 minuti

Quando la torta sarà cotta potrete capovolgerla su un piatto da portata e attendere il raffreddamento. Glassate con cioccolato fondente.

Servire con tè bianco.

CONDIVIDI
Il Pasticcere ufficiale papillo. Affronta zuccheri e baccelli di vaniglia col cipiglio del piccolo chimico, però ha ragione lui: le sue ricette sono perfette e infallibili. È obbiettivamente il più figo del gruppo

1 OPINIONE

Comments are closed.