Si dice àrista, con l’accento sulla a.

L’arìsta – con l’accento sulla i – esiste, ma c’entra poco con la cucina: è un termine botanico che indica un pezzetto della spiga del grano.

L’àrista, invece, è un arrosto di maiale, succulento e delizioso, tipico della cucina toscana. Ne certificano la pronuncia anche il vocabolario Treccani e il dizionario De Mauro.

Vi lasciamo con la ricetta dell’arista di Fabio Picchi, che contiene un ingrediente segreto e suggerisce di sovvertire le classiche tecniche di cottura.

 

IMAGE CREDITSTe la do io firenze
CONDIVIDI
44 anni, doppio papà, si occupa da aaaaanni di comunicazione web. Genovese all’anagrafe ma in realtà di solide origini senesi, ha sposato una fiamminga francese creando così un incasinato cortocircuito di tradizioni enogastronomiche

1 OPINIONE

Comments are closed.